Ciscs


Edav.it



LOGIN ABBONATI

Cerca negli articoli


   
Il portale di studi sulla comunicazione del CiSCS
Centro Internazionale dello Spettacolo e della Comunicazione Sociale
   



Visualizza tutte le notizie:



 

EL IMPENETRABLE



Regia: Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrici
Lettura del film di: Adelio Cola
Titolo del film: EL IMPENETRABLE
Titolo originale: EL IMPENETRABLE
Cast: regia e scenegg. Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrici mont.: Catherine Rascon fotogr.: Daniele Incalcaterra, Fausta Quattrini e Cobi Migliora mus.: Pablo Gignoli durata: 92 colore produz.: Richard Copard e Daniele Incalcaterra origine: Argentina/Francia, 2012 distrib. intern.: Doc & Film International
Sceneggiatura: Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrici
Nazione: ARGENTINA FRANCIA
Anno: 2012
Presentato: 69 Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2012 FUORI CONCORSO Proiezioni Speciali

L’autore italiano del film autobiografico, esordisce ripensando a “mio padre che 30 anni fa mentre ero ancora un bambino, mi ha destinato erede di un territorio agricolo di Km. 10x5 in Paraguay”.

Ora che è in attesa della nascita del primo figlio, decide di iniziare il lungo viaggio per prendere visione della sua proprietà. Arrivato nel lontano Paese americano, si presentano insospettabili problemi. Quali sono, ad esempio, i confini della sua tenuta? E chi può testimoniare che l’ex proprietario ha lasciato tutto al figlio? Le risposte alle domande ovvie e, secondo l’interessato, inconfutabili, vengono dai documenti ufficiali che egli esibisce alle autorità locali. Viene a galla a questo punto l’imbroglio di cui suo padre era stato vittima in buona fede: quell’appezzamento di terreno era già stato venduto una prima volta a un uruguaiano. I documenti, quindi, pur con timbri e firme legali ma contraffatti e falsi, non provano un bel niente. Gli viene sconsigliato di intentare causa civile perché, come già il centinaio di persona nella sua medesima condizione, non avrebbe ottenuto risultato positivo, data la macchinosa burocrazia e la corruzione dei Giudici.

Unica uscita dall’inghippo, sarebbe allora mollare tutto e tornare in Italia, ma “io non abbandono l’impresa iniziata”. Sfruttando una legge governativa in vigore numero tale e data tale…riesce a far dichiarare la sua vastissima proprietà “riserva naturale” a difesa e beneficio dei poveri abitanti indigeni e tutela ecologica del territorio, rifugio della fauna nella foresta, che altrimenti sarebbe stata distrutto dalle imprese petrolifere.

Nell’ultima inquadratura vediamo il protagonista che pianta l’insegna legale battezzata con un nome simbolico e classico “RISERVA NATURALE ARCADIA”.

Il lungo film documenta l’interminabile doppio viaggio a tappe avventurose dell’erede, che, a bordo di una veloce vettura, attraversa campi sterminati incolti e strade di fortuna, imbattendosi in “ostacoli cartacei di centinaia di documenti da produrre, ai quali “ne manca sempre uno”.

Le riprese dei paesaggi naturali lasciano ammirare la vastità e la bellezza del mondo paraguaiano, purtroppo già ampiamente deturpato dalle conseguenze della deforestazione selvaggia in vista del profitto economico.

La denuncia del sistema governativo, disposto a firmare concessioni alle aziende petrolifere più che alle riserve naturali (che nulla rendono se non forse dal lato turistico), esce dai fatti più che dalle contestazioni critiche delle vittime.

Il regista dedica il film al figlio nascituro, “sperando di lasciargli un’eredità diversa”.

 


RSSFacebookGoogleYoutubeSkypeEmail

Iscriviti alla newsletter
sarai aggiornato sulle nostre attività
Nome
E-mail

È il momento del
5 per millle... sostienici!!!

C.F. 02447530581


SPECIALE ASTA
Vendiamo all'asta
due fantastici cimeli della
storia del cinema.

Un'occasione imperdibile per tutti gli appassionati e i collezionisti


"La moviola"
"La poltrona di Fellini"

   
   
    Direzione: Via Giolitti 208, 00185 Roma (RM) - Tel e Fax 06/7027212
Redazione e Amministrazione: Via XX Settembre 79, 19121 La Spezia (SP) - Tel e Fax 0187/778147
C.F. 02447530581 - email: ciscs@edav.it