Ciscs


Edav.it



LOGIN ABBONATI

Cerca negli articoli


   
Il portale di studi sulla comunicazione del CiSCS
Centro Internazionale dello Spettacolo e della Comunicazione Sociale
   



Visualizza tutte le notizie:



 

L'ERA LEGALE



Regia: Enrico Caria
Lettura del film di: Adelio Cola
Titolo del film: L ERA LEGALE
Titolo originale: L ERA LEGALE
Cast: regia, scenegg.: Enrico Caria fotogr.: Giuseppe Schifani mont.: Roberto Martucci cost.: Francesca Balzano mus.: Pivio & De Scalzi suono: Francesco Sabez interpr. e personaggi: Patrizio Rispo (il sindaco/Mayor Nicolino Amore), Cristina Donadio (Idra Duarte), Rita Corrado (Agata Russo), Pietro De Silva (linvestigatore/Detective Tony Lenza), Isabella Rossellini (se stessa/Herself), Renzo Arbore (se stesso/Himself) durata: 76 colore produtt.: Renzo Rossellini, Eduardo Rumolo, Enrico Caria produz.: Rossellini film & tv distrib.: Bolero Film
Sceneggiatura: Enrico Caria
Nazione: ITALIA
Anno: 2011
Presentato: 29. Torino Film Festival 2011 FESTA MOBILE: FIGURE NEL PAESAGGIO

È la storia di Nicolino Amore, persona sfortunata, fantasiosa, intraprendente ma senza successo, accusato in gioventù di attività illegale, il quale, arrivato al successo da adulto come umoristico comunicatore e intrattenitore del pubblico sfruttando la sua capacità di interessare i passanti con fantasiose performances spettacolari di natura più cabarettistica che politica a base di umoristica denuncia civile delle molte ‘cose’ che nella sua città, Napoli, funzionano male (smaltimento dei rifiuti urbani, mercato della droga, sfruttamento dei deboli...), pur essendo ‘homo novus’ in politica, riesce a essere legalmente eletto sindaco raggiungendo alterne fortune di riuscita e frustrazioni’ civili, sempre però operando in vista del bene comune. La voce f. c. conclude il film ammonendo: ”Sarebbe il tempo che anche noi ci impegnassimo nel campo”. Ingredienti del film sono frequenti melanges di realtà-finzione di situazioni concrete in riferimento alla cronaca recente italiana, presentate sempre con umoristica denuncia e con comicità polemica. Il protagonista, apparentemente sempliciotto e ingenuo, interpreta il buon senso pratico del popolo e la bontà del suo animo, alieno dalla malefatte degli sfruttatori pubblici, noti ai detentori del potere e talvolta da loro protetti, ma inspiegabilmente operanti contro la legge rimanendo impuniti. Alcune risorse mimiche e gestuali del protagonista ricordano troppo da vicino il grande Totò. Film di denuncia, dunque, ma senza proposte concrete alternative, eccetto un generico appello alla partecipazione di tutti alla gestione del bene comune senza estraniarsi pigramente dalla storia.

 


RSSFacebookGoogleYoutubeSkypeEmail

Iscriviti alla newsletter
sarai aggiornato sulle nostre attività
Nome
E-mail

È il momento del
5 per millle... sostienici!!!

C.F. 02447530581


SPECIALE ASTA
Vendiamo all'asta
due fantastici cimeli della
storia del cinema.

Un'occasione imperdibile per tutti gli appassionati e i collezionisti


"La moviola"
"La poltrona di Fellini"

   
   
    Direzione: Via Giolitti 208, 00185 Roma (RM) - Tel e Fax 06/7027212
Redazione e Amministrazione: Via XX Settembre 79, 19121 La Spezia (SP) - Tel e Fax 0187/778147
C.F. 02447530581 - email: ciscs@edav.it